Speciale

Le luminarie pugliesi tra storia e tradizione

0
luminarie pugliesi
Foto di Laterradipuglia.it

Delle piccole lucine colorate che illuminano a festa le strade della città: sono le tipiche luminarie pugliesi. Scopriamo insieme la loro storia e perché sono tornate “di moda”.

Luminarie pugliesi: storia e tradizione popolare

Per riscoprire la storia e la tradizione delle luminarie, dobbiamo fare un salto indietro nel tempo.

I primi prototipi di luminarie sono apparsi nel XVI secolo quando venivano costruite delle semplici strutture in legno di abete per illuminare le feste di paese religiose e pagane. Questi primi tentativi riprendevano le forme dei bozzetti di artisti di fama assoluta come Michelangelo e Bernini.

In Puglia, è nel Salento e nella Terra d’Otranto che cominciamo ad apparire i primi esempi di luminarie, che rimarcavano lo stile architettonico barocco che si stava pian piano delineando.

luminarie pugliesi storia

Le “parature” e le prime luminarie

In origine le luminarie non erano altro che delle torce rivestite con tele colorate o dei piccoli vasi contenenti olio per lampade. Successivamente diventarono delle “parature”, ossia strutture di pali e archi in legno e archi, a cui erano appesi bicchieri di vetro contenenti l’olio per lampade.

È solo agli inizi del Novecento che le luminarie pugliesi hanno assunto una forma più vicina a quella che conosciamo oggi, ossia solo quando le lampade ad olio e a carburo hanno lasciato spazio alle lampadine ad incandescenza, bianche o con il vetro colorato.

La tradizione che torna di moda

Proprio come è avvenuto per le masserie salentine che, dopo un periodo di totale abbandono stanno via via riprendendo vita e portando alla luce la cultura contadina della terra salentina, allo stesso modo le luminarie pugliesi sono tornate prepotentemente alla ribalta, diventando simbolo della cultura salentina.

Oggi quelle semplici strutture in legno di abete sono considerate vere e proprie opere d’arte, apprezzate non solo a livello locale.

A dare grande sprint al loro ritorno, sono stati i grandi eventi come la sfilata di Dior a Piazza Sant’Oronzo a Lecce della scorsa estate, durante la quale le modelle hanno sfilato illuminate da migliaia di lucine colorate.

sfilata dior lecce luminarie

Foto di Alessandro Garofalo

Sono molti i piccoli e grandi artigiani locali che hanno reso le tradizionali luminarie un oggetto di design e che contribuiscono a riportare la storia e la tradizione del territorio nelle nostre case.

 

 

Puglia Pet Friendly: le mete da visitare con i cani

Previous article

La musica di Claver Gold e Murubutu arriva alle Grotte di Castellana

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Speciale