Il nuovo numero vi aspetta in libreria dall'1 Luglio

 


Il Magazine per chi è Orgoglioso di essere, o sentirsi, Pugliese

IL GRUPPO MEGAMARK TRA LE 400 AZIENDE PIÙ AMATE DAI PROPRI DIPENDENTI

L’azienda tranese della famiglia Pomarico è da anni un esempio per il “welfare aziendale”: concede un mese in più di maternità alle sue collaboratrici e numerose borse di studio per i figli dei dipendenti che si diplomano a pieni voti, si laureano o vogliono frequentare un master. E poi fa tanta solidarietà, con la Fondazione Megamark.

L’essere stati inseriti nella classifica delle 400 aziende italiane in cui dipendenti e dirigenti sono più soddisfatti è solo l’ultimo dei successi del gruppo Megamark di Trani, la corazzata della grande distribuzione fondata dal cavaliere Giovanni Pomarico, proprietaria dei marchi Famila, Dok, A&O, Sole 365, Superò. Ma è un riconoscimento che dice tanto sulla filosofia del gruppo e sui valori che Pomarico e suo figlio Francesco, direttore operativo dell’azienda, hanno sempre avuto come principi cardine nella vita e sul posto di lavoro. Il rispetto reciproco, lo stare bene, la solidarietà. Ecco, la società tedesca indipendente “Statista”, che ha condotto la ricerca per conto del settimanale Panorama, ha in qualche modo certificato tutto questo. «Ovviamente siamo molto contenti di essere presenti in questa classifica e faremo del nostro meglio per restarci», commenta Francesco Pomarico. Del resto, come potrebbe non essere apprezzata un’azienda che ogni anno regala una vacanza-studio all’estero ai figli dei suoi dipendenti che hanno conseguito i migliori voti scolastici, che riconosce un mese di maternità in più alle sue collaboratrici, che regala una borsa di studio del valore di 5000 euro ai ragazzi (figli dei dipendenti) che si diplo- mano con 100 e si iscrivono all’Università, oppure 3000 euro a chi si laurea e vuole frequentare un master?

 

Ecco, Megamark è anche questo. Poi, certo, è il gruppo che vanta oltre 500 punti vendita diretti e affiliati in Puglia, Campania, Molise, Basilicata e Calabria. Che dà lavoro a circa 3000 persone e fattura circa 900 milioni di euro l’anno. Che dal 1996 è associato a Selex, una delle più importanti centrali di acquisto italiane. E che negli ultimi tempi ha diversificato gli investimenti lanciando due nuovi marchi che hanno forti potenzialità di diventare catene. «Il primo è stato Joe Zampetti – racconta con soddifazione il direttore operativo -. Ci sono in Italia circa 18 milioni di cani e gatti nelle case degli italiani, ma nessuno aveva mai pensato ad un vero e proprio supermarket per loro. All’inizio del 2017 abbiamo fatto il nostro ingresso, con una quota del 42%, in Bauzaar.it, start-up pugliese specializzata nel commercio elettronico di prodotti per l’alimentazione e la cura degli animali domestici e ci siamo dunque ulteriormente avvicinati a un universo di consumi in buona crescita. Così è nata l’idea di lanciare una catena di negozi. Abbiamo aperto a Bari e Bisceglie, proseguiremo con Foggia, Corato, Andria, per arrivare, nel 2018, a dieci punti vendita di metrature tra i 500 e i 650 metri quadrati con circa 7.000 referenze».

 

Poi, a settembre di quest’anno, è arrivato Stammibene, un nuovo concept dedicato alla ristorazione e all’enogastronomia: un format che è allo stesso tempo bar, ristorante, panino-gourmet, mercato di prodotti di qualità. Il successo è stato immediato e forse anche inaspettato in queste dimensioni. E si sta già pensando di fare il bis a Bari e di clonare il format anche in altre città. Ma è quando si passa a parlare della Fondazione Megamark, presieduta che papà Giovanni, che gli occhi di Francesco Pomarico brillano, il cuore si apre e le parole diventano un fiume in piena. «La fondazione è nata nel 2000 e ogni anno, con il bando “Orizzonti Solidali” aperto a tutte le associa- zioni impegnate in azioni di volontariato, seleziona e sostiene progetti pugliesi legati al mondo della cultura, della sanità, dell’assistenza e dell’ambiente. Ai vincitori vengono assegnati 250.000 euro. È da queste cose che capisci che Megamark non è solo un’azienda speciale. È un’azienda speciale fatta da persone straordinarie e dal grande cuore. La differenza è notevole.