Viaggi

Foresta Umbra e Parco Nazionale del Gargano: un luogo tutto da scoprire

0
foresta umbra gargano
Fonte: apuliarodigarganico.it

La Foresta Umbra: un tesoro naturale tutto da scoprire nel Parco Nazionale del Gargano

La Puglia è ricca di luoghi da scoprire da Nord a Sud e se ce ne sono alcuni che hanno saputo intercettare l’interesse e la curiosità dei turisti, ce ne sono altri che non aspettano altro che di essere scoperti. A Nord della Puglia c’è un paradiso naturale che rientra senza dubbio tra questi ed è la Foresta Umbra, parte del Parco Nazionale del Gargano.

foresta umbra cosa vedere

Fonte: garganook.com

Scopriamo la Foresta Umbra

Conosciuta in tutta Italia come il lussureggiante polmone verde del Gargano, la Foresta Umbra rientra a pieno titolo tra i luoghi Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO.

È un’area verde che si estende per oltre 10.000 ettari nel cuore del Promontorio del Gargano e raggiunge fino agli 830 metri di altitudine, scorci da cui offre panorami esclusivi. È inoltre l’habitat naturale di una grande varietà di flora e fauna. Insomma un luogo di straordinario valore naturalistico e di incredibile bellezza, che abbiamo il privilegio di custodire sul territorio pugliese.

Perché si chiama Foresta Umbra?

Vi siete mai chiesti perché è stato scelto proprio questo nome per identificare questo luogo di straordinaria bellezza?

Il nome Foresta Umbra deriva dal latino “umbra”, termine che il significato di cupa, ombrosa, ed è un termine che ben descrive come si presentava il territorio all’epoca, ed in parte anche adesso, per l’insieme fitto di vegetazione che popola la foresta.

Ecco quindi che Foresta Umbra è diventato il nome perfetto per identificare un luogo che ha mantenuto immutato il suo fascino naturale e che ancora oggi offre una rigogliosa e straordinaria vegetazione spontanea in costante crescita.

foresta umbra

Fonte: travel.thewom.it

Perché visitare la Foresta Umbra?

Tra i preziosi tesori dal grande valore biologico ed ecologico conservati in questo habitat ci sono le Faggete Vetuste, i tipici faggi del Gargano che con le loro 10 tonnellate sono in grado di conservare nei propri tessuti per oltre 300 anni grandissime quantità di anidride carbonica.

Ma la Foresta Umbra è anche un luogo che conserva nel suo antico fascino anche alcune aree interdette ai veicoli a motore, per preservare l’ambiente in cui vivono specie animali come lepri, scoiattoli, fagiani, cinghiali, donnole, caprioli e talvolta anche cervi, daini, volpi e tassi.

Con i suoi rami imponenti che si intrecciando quasi a creare un tetto di naturale bellezza, in questo luogo a Nord della Puglia si può respirare a pieni polmoni un’aria pulita e tranquilla, dove il fresco che solo la vegetazione sa regalare regna perenne.

E voi l’avete mai visitata? 

Focaccia barese: la ricetta originale tra storia e tradizione

Previous article

I sospiri pugliesi o Tette delle Monache: le origini di questo dolce

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.